Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | October 16, 2021

Scroll to top

Top

Napolitano se ne va, ecco come si elegge un nuovo Presidente

SCHEDA - Chi sono i grandi elettori? Chi può essere eletto Presidente della Repubblica? Come funziona l'elezione?

Tra questa sera o domani mattina, Giorgio Napolitano rassegnerà le dimissioni. Di conseguenza, si apre ora un periodo di interregno in attesa che il nuovo Presidente della Repubblica venga eletto. Ma chi vota il nuovo Presidente? E quali sono le modalità e le tempistiche previste dalla Costituzione?


  • parlamentoitalianoL’elezione del nuovo Capo di Stato spetta alle Camere in seduta comune, integrate dai delegati regionali, tre per ogni regione (ad eccezione della Valle d’Aosta che ne invia uno), eletti dai consigli regionali in modo da garantire la rappresentanza delle minoranze. Per questa elezione saranno 1010 i cosiddetti “grandi elettori”: 58 delegati regionali, 630 deputati, 315 senatori, 7 senatori a vita (incluso Giorgio Napolitano). Può essere eletto qualsiasi cittadino che goda di tutti i diritti politici e civili e che abbia compiuto 50 anni di età.

  • orologioDalla data delle dimissioni del Capo dello Stato, il presidente della Camera dovrà convocare le Camere in seduta comune per eleggere il nuovo Presidente. I tempi di convocazione non saranno comunque immediati in considerazione del fatto che bisogna dare tempo ai consigli regionali per eleggere i propri delegati. Durante il cosiddetto “interregno”, spetterà al presidente del Senato svolgere le funzioni del Capo dello Stato.

  • urna-presidenteL’elezione del Presidente della Repubblica si svolge a scrutinio segreto. La Costituzione prevede, vista la funzione di garanzia che deve svolgere il Capo dello Stato, che l’elezione avvenga a maggioranza di due terzi dei componenti dell’assemblea. Dopo il terzo scrutinio è sufficiente la maggioranza assoluta.