Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | July 23, 2021

Scroll to top

Top

Berlusconi "invade" 5 telegiornali in un colpo solo - Diritto di critica

Berlusconi “invade” 5 telegiornali in un colpo solo

L’offensiva del Premier in seguito agli esiti elettorali del primo turno nel capoluogo lombardo non si è fatta attendere. Questa sera, in 5 diversi telegiornali a distanza di pochi minuti, il Presidente del Consiglio è apparso con 5 diverse interviste rilasciate nel pomeriggio. Il “Media tycoon”, o magnate dei media per dirla all’italiana, ha risposto con incredibile forza mediatica all’ipotesi di perdere la città che ha visto nascere il Berlusconismo. Le authority per le comunicazioni che faranno di fronte a questo impareggiabile uso ad personam dei mezzi d’informazione?

 

Comments

  1. Silla

    Intanto è già stato battuto sonoramente a reti unificate. Ora vuol fare il bis

  2. giuseppe

    ma le signore e i signori che erano di fronte al premier (!?) possono essere definiti GIORNALISTI? o non, piuttosto ZERBINI, TAPPETINI, SCENDILETTO…?
    Gli hanno posto una, ripeto sottolineo e ribadisco UNA domanda personale , oltre a quelle concordate? una domanda che potesse veramente fargli/ci capire chi avevano di fronte e che riguardasse la montagna di bugie falsità e varie altre amenità propinate in tutti i periodi dei suoi mandati..?
    Per esempio… ” che fine hanno fatto le grandi opere che con dovizia di particolari aveva così clamorosamente tracciato col pennarello sulla carta dell’ Italia ,svariati anni fa, nello studio del re degli scendiletto Vespa?” oppure…
    “sono anni che ci dice che ci saranno meno tasse per tutti, ma in realtà questo non è affatto accaduto, perchè dovrebbe accadere a Milano, vista la disastrosa situazione economica del paese in generale e del capoluogo lombardo in particolare?”
    o…” come mai il DDL sull’ omofobia giace in parlamento da 990 giorni e non si riesce ad approvarla e alcune leggi che in qualche modo la riguardano hanno corsie preferenziali così evidenti…?”
    Ma si sa i giornalisti veri in Italia sono pochi e vengono tacciati una volta di estremismo, una volta di disfattismo, un’ altra di terrorismo…
    Lo spettacolo di ieri è stato veramente squallido, penoso e PERICOLOSO.
    Mandiamo a casa questo “ometto disorientato” prima che combini qualcosa che potrebbe veramente avere conseguenze disastrose, più dei flop combinati fino ad oggi.