Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | August 17, 2022

Scroll to top

Top

Costi della politica: la Camera dei Deputati risponde a Spider Truman - leggi - Diritto di critica

L’ufficio stampa della Camera dei Deputati risponde punto per punto a Spider Truman.

LOCAZIONE PALAZZO MARINI: l’autore – si legge nella nota di Montecitorio – afferma che la Camera dei deputati pagherebbe 25 milioni annui per l’affitto dell’intero Palazzo, sede degli uffici dei deputati, pari a 2 milioni di euro al mese. Al riguardo, ove ci si riferisca al cosiddetto Palazzo Marini 1, è stata già comunicata dalla Camera dei deputati alla proprietà la volontà di esercitare il diritto di recesso a partire dal 1 gennaio 2012. Da tale data, il risparmio annuo sarà pari a circa 14 milioni. Quanto agli altri tre Palazzi Marini esiste un vincolo contrattuale, senza facoltà di recesso, con scadenze rispettivamente nel 2016, 2017, 2018 e che pertanto non potranno essere, fino ad allora, annullabili né modificabili da parte della Camera.

POLIZZA ASSICURATIVA: Si sostiene che esisterebbe una polizza assicurativa che coprirebbe per intero il danno recato dal furto di beni, facendosi intendere che di tale possibilità sia stato fatto anche un uso illegittimo. Si tratta, in realtà, di una polizza assicurativa attivabile esclusivamente in presenza di danni o furti subìti nei Palazzi di Montecitorio, esclusivamente in quei luoghi sottoposti alla diretta vigilanza della Camera, come – ad esempio – il guardaroba.

BARBERIA: L’autore afferma nella pagina facebook che i barbieri della Camera guadagnerebbero 11 mila euro al mese e che la loro provenienza geografica sarebbe la stessa di un ex Presidente della Camera. Va in primo luogo ricordato che gli addetti al Reparto Barberia sono attualmente sette e che la loro retribuzione media netta mensile è di circa 2.400 euro. Inoltre, come per le altre professionalità dell’Amministrazione di Montecitorio, anche questa è selezionata attraverso concorso pubblico, l’ultimo dei quali bandito nel 2003 ed espletato nel 2005 nel corso della XIV legislatura. La provenienza geografica dei sette addetti è, in realtà, assai diversificata, variando dalle province di Roma, napoli, Rieti, Salerno e Catania.

RICHIESTA SCORTE: Quanto alla “costruzione materiale” di falsi documenti recanti minacce a deputati al fine di accedere al servizio di scorta personale, va evidenziato che l’attribuzione della scorta, lungi dal configurare qualunque ruolo o competenza dell’organo parlamentare, è rimessa esclusivamente alle valutazioni del Comitato nazionale o provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

CONTESTAZIONE CONTRAVVENZIONI: Stessa carenza di competenza della Camera è relativa alla cancellazione delle sanzioni irrogate per violazione del codice della strada e prevalentemente relative all’accesso alla Zona a Traffico Limitato di Roma, attraverso l’invio di una raccomandata A/R al Prefetto interessato con motivazioni connesse all’esercizio di funzioni istituzionali. Come è intuitivo, invece, le valutazione delle istanze prodotte dai parlamentari uti singuli è demandato in via esclusiva alle autorità competenti.

PUNTI MILLEMIGLIA: Circa il fatto che i deputati, nonostante abbiano il diritto di viaggiare gratuitamente sui voli aerei nazionali, possano comunque accumulare punti mille miglia Alitalia da poter sfruttare successivamente anche a favore dei familiari e che all’interno dell’agenzia di viaggi opererebbe un “funzionario parlamentare”, il cui stipendio sarebbe di 7 mila euro mensili, si fa presente che presso tale agenzia di viaggi non operano dipendenti dell’Amministrazione della Camera, ma addetti della società cui il servizio è affidato. Occorre, altresì, sottolineare che l’offerta Millemiglia è stata formulata unilateralmente dall’Alitalia, senza alcun interessamento della Camera, su richiesta dei singoli deputati. La Camera, in sede di imminente rinnovo contrattuale con tale società, chiederà di accumulare direttamente le “miglia”, al fine di risparmiare sui viaggi richiesti dall’attività parlamentare.

CONVENZIONI TIM E PEUGEOT: Circa le asserite agevolazioni tanto sul listino per i deputati sulle utenze cellulari TIM quanto sull’acquisto delle autovetture dell’azienda Peugeot, vale il princìpio per cui le proposte commerciali che le singole aziende avanzano in tal senso nei confronti dei deputati avvengono nell’ambito della loro discrezionalità d’impresa e senza alcun tipo di intermediazione della Camera.

DEPUTATI PIANISTI: In riferimento al cosiddetto fenomeno dei “deputati pianisti”, si fa presente che ad inizio di questa legislatura – come ampiamente riportato dagli organi di informazione – è stata adottata alla Camera, su proposta del Presidente Fini, una nuova metodologia di voto basata sul riconoscimento delle cosiddette “minuzie” del parlamentare volta a tutelare al massimo proprio la garanzia della personalità del voto, stroncando così questo fenomeno di malcostume.

ASSISTENZA SANITARIA: Infine, per quanto riguarda l’assistenza sanitaria a favore dei deputati si fa presente che essa è a carico di un apposito fondo di solidarietà alimentato dai contributi versati dai singoli deputati ed è in equilibrio finanziario, come si evince dal relativo bilancio pubblicato anche sul sito internet della Camera in allegato al bilancio consuntivo della Camera medesima.

Comments

  1. angelica

    mi sembra di non aver letto in ogni punro una singola smentita (a parte quella dei barbieri) a quello che e’ stato scritto da Spider Truman

    Praticamente è stato confermato tutto (a parte i barbieri)
    Se queste sono le smentite… noi cittandini e contribuenti siamo messi male

    • claudia

      infatti…

  2. Daniela Amici

    Che diamine di risposta è? Conferma tutto ciò che finge di contestare.
    Certo che ci voleva uno Spider Truman qalsiasi per le millemiglia a favore dell'”Azienda Italia” anzichè previlegiare i già previlegiati, non è sufficiente un impiegato onesto con direttive chiare per fare i contratti.
    e cosa vuol dire che l’estensione dell’assicurazione la pagano volontariamente e singolarmente? E’ una voce come tutte le altre del ricco compenso dei parlamentari spesso di scrsa capacità e competenza, che pago anch’io per loro.
    Avendo queste facilitazioni non sarà un problema NON pagare il ticket, visto che vanno dai privati.
    Io non sono giornalista, ma mi candido ugualmente ad addetto all’ufficio stampa della Camera. Avrei iniziato innanzitutto chiedendo scusa.
    Daniela Amici

  3. Quiela

    Gli uffici della della Camera hanno predisposto una nota informativa di tutto rispetto e senza alcun bisogno di mentire come pure di dare giustificazioni su alcuni fatti veri e su alcuni falsi, oltre a rifiutare ogni responsabilità laddove non sia competente a disporre come amministrazione di organo costituzionale : ad altri è demandata la risposta agli interrogativi: Ministero degli interni, Prefetto di Roma etc..
    Quanto al fondo di assistenza sanitaria è simile a tanti altri fondi assicurativi privatizzati: Caspie etc.. quelli di categoria etc sostenuti dai contributi annuali privati di chi vi è iscritto. Dove è lo scandalo? Forse è vietato autopromuovere altre forme previdenziali all’interno di grandi strutture? Chi conosce le statistiche del ricorso all’equo indennizzo da parte delle forze dell’ordine o dell’esercito? Vi dico chi sparla così è solo uno sfortunato che non è mai entrato a far parte di una struttura produttiva organizzata, ma di questo non se ne può fargli una colpa poveraccio….

  4. cinzia

    Anche se chi ha denunciato lo fa per vendetta,tali privilegi sono esosi e direi anche offensivi per chi non arriva alla fine del mese….La risposta della Camera dei Deputati a Spider Truman ma sopratutto agli Italiani è inaccettabile! I poveracci siamo noi che tolleriamo questo vergognoso andazzo!
    Che dire poi che gli ex parlamentari come Gerry Scotti,Irene Pivetti e tanti altri che percepiscono ricche pensioni per un paio d’anni di legistlature? Ma che dobbiamo mantenerli a vita?

    • Nonnaga

      beh hai ragione Cinzia , però sul pensionamento devo contraddirti.. mi pare che ci vogliano due legislature, quindi 5 + 2.5= 7 anni e mezzo. Il 2.5 riguarda una norma per cui chi ha superato la mezza legislatura la acquisisce come tutta intera. Certo se le legislature terminano prima del quinquennio la norma vale lo stesso. La vergogna è che la pensione viene percepita subito. Quindi è possibile che deputati a 40 anni percepiscano già tutta la pensione e subito (spero che non verranno a casa ad arrestarmi..!). Ecco perchè la meravigliosa alternanza degli ultimi due decenni dei giovani deputati del Polo delle libertà e Lega… facciamo godere un po’ tutti si son detti.. a spese dello Stato. Forse questo è lo scandalo piu grosso: altro che il barbiere che cmq non percepisce 11mila euro!! A PROPOSITO… PARE CHE Spidertruman sia un deputato che non ha raggiunto la pensionabilità… altro che precario.

  5. Mattia

    Più una conferma che una smentita.

  6. Simona

    “L’ufficio stampa della Camera dei Deputati risponde punto per punto a Spider Truman.”

    Ma non fateci ridere :D

    diciamo piuttosto che il servizio “comunicazione” della Camera ha blablaterato punto per punto, non solo confermando il tutto, ma sopratutto dimostrando una cecità spaventosa, che nega l’evidenza e che inorridisce tanto è pericolosissima la nostra democrazia.

    Il male è la norma e il “meno peggio”, un bel risultato; complimenti.

  7. Leidi pierino

    Continua non fermarti, dobbiamo fare come a fatto la Tunisia e L’Egitto.
    Fai uscire tutto il marciume di chi ci governa.

  8. salvina

    ma ci prendono per il sedere questi,dovete andare tutti a zappare sanguisughe

  9. Simona

    leggetevi > Il fatto quotidiano

    ne avrete da imparare :

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/07/20/facciamo-piazza-pulita/146720/

    • Simona

      mi riferisco ai cari giornalisti di Diritto di Critica , Diego e Emilio Fabio

  10. claudio maffei

    Senza aver lavorato alla Camera, alcune cose a grandi linee si sapevano già, quanto meno io ne ero a conoscenza.
    Sul primo punto, definito LOCAZIONE PALAZZO MARINI, è evidente lo spreco di denaro pubblico, ma non vi sarebbe interesse personale, a meno che non lo si dimostri.
    La cosa strana e che mi stupisce molto, è che i massimi organi dello Stato, debbano pagare l’affitto (milioni di euro all’anno) quando lo Stato è proprietario di un’infinità di immobili, tra l’altro gran parte del patrimonio sarà messo in vendita.
    Vendere edifici inutilizzati e comprare quelli che servono, senza buttare nel cesso i soldi pubblici?
    POLIZZA ASSICURATIVA – A che pro? A dimostrazione che si è rappresentati da gente di cui non ci si può fidare a lasciare qualcosa sul tavolo, perchè te lo rubano? Non c’è che dire un’ottima iniziativa a dimostrazione che viviamo in un paese di lader, sull’autobus come in parlamento.
    – BARBERIA: la vergogna non è quanto percepisce il barbiere, ma che gente che sta economicamente molto, molto bene, (parlamentari) abbia bisogno di scroccare barba e capelli, allo Stato. Roba da morti di fame.
    – RICHIESTA SCORTE: purchè tali richieste siano valutate in base ai ruoli di responsabilità. Tuttavia su questo tema, eviterei polemiche fuorvianti, perchè può esservi il parlamentare disonesto che produce minacce false, ma anche parlamentari seri che ne hanno necessità. E quando è in ballo la vita e la sicurezza delle persone, di esseri umani, occorre essere attenti, equilibrati e prudenti. Meglio dare una scorta a vanvera in più, piuttosto che una in meno.
    CONTESTAZIONE CONTRAVVENZIONI – Le multe danno fastidio a tutti, siamo sinceri. Ed ognuno nel proprio piccolo cerca di evitare di pagarle, dall’imbianchino al parlamentare. Il più inadempiente, in ogni caso è il parlamentare, dato che è luiiiiiiii che costringe continuamente tutti i cittadini ad adeguarsi a codici stradali che sembrano fatti solo per vessare i cittadini, anzichè risolvere i problemi sulle strade.

    – PUNTI MILLEMIGLIA: in pratica dicono che non è direttamente la Camera dei Deputati a organizzare la tringafila, ci mancava solo l’ufficio Alitalia in parlamento. Robe di mat .
    – CONVENZIONI TIM E PEUGEOT: oppure l’ufficio peugeot, con tanto di auto ammiraglia esposta nel transatlantico.
    DEPUTATI PIANISTI: Autoregolamento delle Camere: decurtare gli stipendi, sia per il piano bar in aula, sia per l’assenteismo. Vedi che cambiano, Uh se cambiano, cambiano…cambiano.
    – ASSISTENZA SANITARIA: ci dicono che ci hanno la loro mutua anche loro povarèti, però in ospedale e negli ambulatori hanno sempre la precedenza.

  11. claudio maffei

    Questa battaglia di moralizzazione all’insegna della sobrietà economica della pubblica amministrazione, mi appassiona. Ho incominciato a scrivere 10 anni fa, quando sembrava di parlare arabo e l’occasione è propizia anche adesso. Ringrazio i curatori del blog che mi offrono la libertà di esprimermi. Grazie.

  12. claudio maffei

    A Simona – L’idea vien da lì perciò sono bravi. Stiamo parlando di qualcuno che si esprime in internet, non nelle toilettes di montecitorio. Qualcuno che scrive…. e la vicenda sta prendendo piede sui giornali in forma di campagna mediatica e politica, ma ovviamente non partitica, con manifestazioni in piazza. Spider Truman è già superato. Bravo comunque, ottimo inizio.
    Nulla vieta che il blog condivida la manifestazione.

  13. GianlucaV

    Una sola smentita per il resto, rumore di unghie sul vetro!

  14. Franco

    Per molti, o troppo pochi, ciò che pubblica Spider Truman non è una novità. A mio parere il merito che le attribuisco, è di aver svegliata l’INDIFFERENZA denunciata da diversi scrittori del passato. Questa apatia, sempre regnante in tutti noi ha contribuito a creare questa triste situazione di difficele soluzione. Troppo, in silenzio abbiamo delegato ad altri badando solo al nostro piccolo orticello. E’ sufficente confrontare il costo della politica con gli altri paesi U.E. Se confrontiamo poi il debito pubblico degli ultimi vent’anni, che non stò a riportare per ragioni di visionare carte, è stato di un divario esagerato.Oltre alla politica, sarebbe opportuno guardare il costo dei grossi funzionari di società pubbliche e banche, liquidati a fior di milioni. Statistiche riportano il divario dei compensi di questi signori e la busta paga media di un semplice dipendente. Manca un giusto equilibrio nella distribuzione dei “beni”. e questo potrebbe tornare pericoloso. Hanno tirato troppo la corda. Se ben ricordo la Corte dei Conti, nella sua relazione anuale a denunciato 60 milioni attribuibili alla corruzzioni e al malaffare.

    • claudio maffei

      Ottimo intervento, Franco, condivido in toto. Il problema non è di facile soluzione perchè a decidere tutto ciò che riguarda il parlamento, è proprio il parlamento.
      Solo una sollevazione mediatica e popolare, insistente, potrà convincere lor signori a cambiare registro.
      Bisogna insistere e fare in modo che alle prossime elezioni il tema dell’onestà, del rispetto delle risorse e dei danari pubblici e della sobrietà nella pubblica amministrazione sia stridente, al punto che i partiti inseriscano nei programmi il cambiamento.

    • Quiela

      bravo Franco!! diciamolo al blog che molti altri sono i percettori di redditi altissimi e senza apparire. che ne dite di quanto guadagna un primario che cerca sempre di evitare le tasse? i gran Commis di cui non conoscete i nomi.. qui si attacca solo chi è visibile. Basta : è il sistema che va sottoposto a trasparenza in ogni campo e comunque non sarebbe sufficiente. Ci sarebbero sempre delle sacche di risorse ignote (altro che assicurazione sui beni del Palazzo! è obbligatoria per legge!! Pensate solo che chiunque in visita a Montecitorio si senta male fa scattare un allarme codice rosso:: ambulanze medici infermieri. Avete idea di che cosa costi un risarcimento in quell’edificio??) :
      NOTA PER MAFFEI SUI PUNTI MILLEMIGLIA: Vedo che non hai capito quel che hai letto. l’Amm.ne dice che non c’entra con la convenzione personale di cumulare le ore di volo per avere punti da scontare, ma l’idea essendo buona per il futuro sarà la stessa Amministrazione della Camera a sostituirsi nell’agevolazione così da avere sconti sui costi dei voli aerei dei deputati a tutto guadagno del bilancio!!!!
      :::)) e forse non è la sola cosa che hai frainteso!

  15. claudio maffei

    Quiela – Il sistema si cambia, cambiando una cosa alla volta. Il buon esempio dato dai politici, favorirebbe un cambiamento di mentalità.
    In primo luogo è la mentalità da cambiare e non solo dei politici, o del sistema, ma di tutti.
    Assicurazione – E’ logico ci sia, ma è illogico e da morti di fame che ne abusino i parlamentari, inventandosi furti ecc…
    NOTA PER MAFFEI SUI PUNTI MILLEMIGLIA – Non ho capito cosa non avrei capito. Mi sembra tu abbia confermato ciò che ho detto: che non è direttamente la Camera dei Deputati a organizzare la tringafila. Infatti hai scritto: ma l’idea essendo buona per il futuro sarà la stessa Amministrazione della Camera a sostituirsi nell’agevolazione così da avere sconti sui costi dei voli aerei dei deputati a tutto guadagno del bilancio!!!!
    — e forse non è la sola cosa che ho frainteso! – te invece hai capito tutto, beato te.

    • quiela

      x Claudio. Non volevo sembrare supponente. Io ho parteggiato per la comunicazione asettica dell’Amministrazione della Camera (sono un pensionato CD) perchè l’ho compresa. Non è compito di questa difendere l’operato politico ma non può permettere che si diano informazioni travianti sull’attività amministrativa che segue procedure rigorose e secondo legge. E soprattutto quando si parla di sperperi per le scorte,le auto blu, i favori da parte delle autorità etc etc etc etc, ragazzi non è competenza della Camera come amministrazione. Qui non si fanno nè si ricevono favori. Lo SpiderTruman innanzitutto è un non-informato, eppoi ha fatto parte di uno staff politico forse, ma a volo radente. Cmq non può permettersi di pubblicare immagini con la carta stampata della Cd anche se è solo carta bianca,. Figurati il resto… spero che almeno questo la gente riconosca: che se riceviamo un buono stipendio è perchè abbiamo vinto un concorso pubblico, siamo affidabili e imparziali e difendiamo l’onore dell’istituzione. Il resto è argomento di valutazioni politiche legittime e giuste, ma bisogna indirizzare la freccia su un altro bersaglio…

      • claudio maffei

        Su quanto hai spiegato concordo. Per quel che mi riguarda, nei numerosi interventi e nel limite delle possibilità di un blogger, ho cercato di mettere in guardia chi si stava “avventando” su impiegati, segretari e funzionari della Camera, anzichè sui parlamentari, quando ho invitato Asperamundi (in questo blog e su indymedia) a non proseguire con la trovata, dato che avrebbe messo in difficoltà persone che nulla hanno a che vedere con la casta, se non esserne a servizio.
        Sulle scorte a parte l’aspetto amministrativo, ho rilevato che è un tema delicato che riguarda la vita e la sicurezza di esseri umani, che merita attenzione e cautela: meglio una scorta immeritata in più, che una in necessaria in meno. Ricordo che Biagi aveva chiesto inutilmente la scorta ed è stato ucciso.
        Sui vostri stipendi commentando quello di Asperamundi (2400 euro al mese), notavo che fosse un buono stipendio, ma non certo tale da giustificare un’appartenenza (perciò infondata) nella casta.
        Staf politico d’Egitto. Sono giornalisti, raccolgono quel che sentono.
        A proposito, una curiosità. Tu certo lo sai, il soprannome ironico di Colucci?

  16. ale

    non andiamo troppo lontano…aveste mai letto il bilancio della camera ? leggete bene le voci di spesa ,una cosa a cui non ci si crede.a parte questo : come fa a costare poco una camera con tutti quei commessi parlamentari che hanno uno stipendio 10 volte quello di un operaio e che vanno in ensione a 52 anni ?..e una lotta senza quartiere..e io pago !!

  17. claudio maffei

    Approfitto dell’ultimo intervento di quiela, molto prezioso. Ancora una domanda se te la senti di rispondere: ci sono politici che hai stimato per la loro onestà e per avere assolto il compito di onorevoli, in modo veramente onorevole.
    Dato che si parla sempre e solo di misfatti, parliamo di cose positive, anche per consolidare la speranza che il bene c’è stato e potrà esserci ancora in parlamento.
    Secondo me qualcosa di umano, avrai senz’altro visto o scoperto.
    Grazie per essere stato con noi.