Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | April 20, 2021

Scroll to top

Top

Il tempismo sbagliato di Bersani, da Fazio durante la presentazione della manovra - Diritto di critica

Il tempismo sbagliato di Bersani, da Fazio durante la presentazione della manovra

“Ci sarebbe voluta più equità, più meccanismi anti evasione fiscale. C’è un po’ di delusione, ma condividiamo almeno l’impianto di alcuni punti”. È un Pierluigi Bersani piuttosto teso quello che si è presentato ieri su Rai3 a “Che tempo che fa”, proprio mentre il Governo Monti descriveva in conferenza stampa i contenuti della manovra economica. Un tempismo errato ed imbarazzante che ha costretto il segretario Pd ad esprimersi su quanto carpito durante le consultazioni del weekend, agenzie ed indiscrezioni. “Vedremo poi il contenuto del decreto”.

Il leader democratico più volte ha confermato di apprezzare alcune idee di un progetto comunque “duro”, trovando però alcuni contenuti troppo scarsi. “Non cercavamo colpi di genio, ma c’è bisogno di recuperare quattro o cinque punti di fedeltà fiscale. Quando eravamo al Governo – ha detto riferendosi all’ultimo esecutivo di Romano Prodi – avevamo introdotto strumenti che chi è venuto dopo di noi ha eliminato. Sarebbe bastato reintrodurre quelli”. Soddisfazione a metà anche per le proposte in tema di finanza: “La Tobin tax (la tassa sugli scambi e le transazioni sui mercati valutari, ndr) è utile se condivisa a livello europeo. Ancora di più mondiale. Se Monti si dice favorevole, io lo sono tre volte. Visto che la crisi proviene dalla finanza, è giusto che sia questa a pagarne un pezzo“. Favore pure per l’introduzione dell’una tantum sui patrimoni scudati “anche se l’aumento dell’1,5% non è tantissimo” e per il primo abbozzo di patrimoniale “ma manca il salto definitivo”.

Più spinoso il tema delle pensioni, sia per il contenuto del decreto legge, sia per le conseguenze politiche sul Partito democratico. “Si tende ad unificare i destini di uomo e donna, o vecchiaia e anzianità. Non condividiamo la rapidità con cui sono state prese queste decisioni. Apprezziamo che sia stata accolta la nostra proposta di escludere dalle deindicizzazioni (il mancato adeguamento all’inflazione, ndr) le pensioni che vanno dal minimo fino a quasi mille euro. Ma ci sono ancora iniquità”. Ha sviato alla domanda specifica, ma la preoccupazione di Bersani va senz’altro alla Cgil, la cui segretaria Camusso ha già espresso forte dissenso, bollando a manovra come un “fare cassa sui poveri”. Il rapporto col primo sindacato d’Italia è fondamentale per l’attuale segreteria democratica e accogliere benevolmente tout court le proposte del ministro Fornero significherebbe inimicarsi una parte importante di elettorato e appoggio politico. Non va meglio a guardare la minoranza democratica, con Fioroni e i suoi (ancora una volta) sul piede di guerra: “Voteremo la manovra, ma è l’ultima volta: non possiamo turarci sempre il naso perché non possiamo fare altrimenti. Dopo ci vorranno le riforme e le dovrà fare la politica”.

“Il prossimo periodo sarà di onde – ha concluso Bersani da Fazio – e noi dobbiamo tenere la barra dritta”. Oltre a guardarsi da recessione e rischio fallimento, il segretario dovrà stare attento alle turbolenze provocate dai suoi compagni di viaggio. La burrasca rischia di portarsi via qualcuno.

Comments

  1. Eva

    Ma come sono piccoli piccoli questi PD.
    Succubi di Re Giorgio, infatuati della leggenda che la competenza vada cercata solo alla Bocconi, tra poco li vedremo con Casini al comendo in un meraviglioso partito PDUDC.

  2. Eva

    Come sono piccoli piccoli gli uomini del PD!
    Prima dipendenti da Re Giorgio, poi innamorati dello stile bocconiano, ora timidi come verginelle a dire garbatamente qualcosina… al nuovo governo, ma non troppo, perchè li attende come sposo-padrone fustigatore il bel Casini , ora tutto proteso a declamare rigore e sacrifici …Non mancherà molto che partoriranno insieme il PDUDC- nuovo mostriciattolo politico.
    Intanto i cittadini sono diventati sempre  più sudditi, i lavoratori sempre più schiavi.Con questa manovra salvaricchi, Monti e i supertecnici hanno dimostrato di essere sia iniqui sia banalissimi….Quanto alla  loro mission circa l’affossamento delle pensioni e al disossare la classe medio-bassa , questi soloni  non   ne prevedono le catastrofiche conseguenze -? Non dico sui singoli individui, perchè a nessuno importa – ma all’intera società ed economia italiana?
      E questi ominucoli del PD sanno ancora che cos’è una responsabilità politica su scelte inique ?

  3. Mi aspettavo equità e mi ritrovo una società zoppa, una casta politica festante con gli evasori ballanti.Da parte dei politici che si dichiarano seri e disponibili ad appoggiare il governo tecnico Monti nell’intento di far guarire questa Italia in fin di vita, a causa delle tangenti e dei furti anche legalizzati, degli sperperi e degli abusi della casta politica che per decenni ha abusato… mi aspettavo che si fossero procurati un forte mal di gola nell’urlare le loro colpe nel cogliere un’eventuale voce dalla loro coscienza… nel ricordare a se stessi che l’Italia si governa con moralità e dignità non per arricchirsi o per interessi personali, ma per amore e prestigio… comunque la gravità sta nel constatare che a me sembra che manchino alcuni punti determinanti se non vitali per tutti gli italiani.1) – Legge elettorale – Conflitto di interessi – impossibilità a candidarsi per chi è in odore di malavita o mafia -2) – Eliminazione di 600 parlamentari3) – Portare gli stipendi a livelli dei colleghi europei di 5.000 Euro4) – Eliminazione dei doppi e tripli incarichi e di tutti i benfits e profits extra5) – Pensione per i politici con le stesse normative di tutti gli italiani6) – Eliminare il 90% delle auto blu o mezzi di trasporto (onde evitare spese per andare allo stadio o alla fiera  dei ceci.7) – Eliminazione del contributo elettorale  (ex finanziamento pubblico ai partiti già votato con il 97% per eliminarlo)8) – Verifica dell’effettiva necessità e dei costi delle forniture pubbliche e degli appalti da parte della Corte dei Conti affinché siano compatibili con i costi europei – (evita maggiori costi per tangenti e mazzette)9) – Far pagare la montagna di miliardi di Euro evasi che si trovano all’estero… non con il 5% ma con il 30/40%10) – Patrimoniale vera e disconoscimento delle società fantasma nazionali ed estere che servono a non far pagare le tasse o a nascondere patrimoni mobili e immobili.11) – Tracciabilità – Pagamento con carta di credito per importi anche minimi (come in Francia) si eviterebbe di denunciare 1/4 dei ricavi.12) – Abolizione del famoso finanziamento pubblico ai partiti abolito al referendum con voto plebiscitario… ri- introdotto furbamente come “risarcimento elettorale”Questi pochi punti da soli valgono un tesoretto… economico, morale e di dignità umana… non si possono lasciare alla fine perchè nessuno dei politici voterebbe a favore, facendo cadere MOnti, dunque bisogna metterli nel pacchetto generale.Prescindendo dai conti che scaturirebbero (importantissimi)… sarebbero serviti al rilancio e per dare un senso a una manovra equa che 60 milioni di italiani si aspettano… tutto l’altro sono chiacchiere di comodo e di casta… e non voglio sentir dire “abbiamo chiesto invano ma si è reso necessario accettare” la verità è, che ancora una volta i politici si sono voluti salvaguardare il fondo schiena per continuare a parassitare a spese degli italiani che pagano… certo Monti & C. ha un compito ardua da affrontare che farà male… l’importante sarà sapere che sarà un male portante al risanamento economico, morale della dignità d’Italia e degli italiani.Marco Spyry

  4. Prima colpire l’apparato burocratico, tagliare costi politica ed esercito, dimezzare le super pensioni e buone uscita, poi se non basta prendere aumentare la tassazione sui beni di lusso, non solo super lusso e mettere almeno 10% sullo scudo fiscale. Poi, se proprio non va, si prende un po’ dalla massa alzano l’iva, ma le pensioni proprio no..Se siamo più longevi, fateci godere più anni di vita vera staccata dal lavoro, sanguisughe schiavi degli schiavisti industriali! Ecco perchè i mercati sono felici!!!