Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | August 1, 2021

Scroll to top

Top

Cinecittà occupata, la protesta silenziosa dei lavoratori - Diritto di critica

Cinecittà occupata, la protesta silenziosa dei lavoratori

di Martina Albertazzi

“Cinecittà Occupata”, queste le parole sullo striscione che giovedì pomeriggio ha sostituito la storica scritta all’entrata degli studi cinematografici di Roma. Da giovedì, infatti, una cinquantina di persone hanno occupato il cortile esterno degli studios, in segno di protesta contro il piano di dismissione aziendale ideato dal presidente Luigi Abete. I manifestanti hanno annunciato l’inizio di uno sciopero della fame, che potrebbe durare per i prossimi cinque giorni. Martedì notte un paio di lavoratori si erano accampati sul tetto di una delle torri all’interno della città del cinema, seguiti da altri che hanno piantato le tende nel cortile recintato.

Accanto alle bandiere di Cgil, Cisl, Uil e Ugl sono apparsi numerosi striscioni con questi slogan: «Cinecittà bene comune, X Municipio di Roma», «Aiutateci a salvare Cinecittà dal cemento e dai licenziamenti».