Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | October 27, 2021

Scroll to top

Top

Finisce il monopolio di Alitalia, da oggi Milano-Roma anche con EasyJet

EasyJetFinisce, forse per sempre, il monopolio dei voli Roma-Milano. Da oggi Alitalia, finora in competizione con i treni Freccia Rossa e Italo, avrà uno fidante nei cieli. Nella tratta Linate-Fiumicino anche EasyJet potrà volare e probabilmente la concorrenza spingerà i prezzi a calare ulteriormente. Si tratta di sette slot assegnati alla compagnia inglese tra Fiumicino e Linate.

Concorrenza, finalmente. “È stata una lunga battaglia che è durata mesi e quando si vincono queste battaglie è certo che i consumatori sono dalla tua parte. Noi siamo solo uno strumento del garante”, ha spiegato Frances Ouseley, numero uno di EasyJet quando, a fine gennaio, dopo una lunga sfida a suon di avvocati e ricorsi, la compagnia inglese ha avuto la meglio sulla farraginosa legislazione italiana che, attraverso una deroga prevista dal governo Berlusconi, bloccava la concorrenza sulla tratta più redditizia d’Italia. Alitalia aveva cercato in ogni modo di stoppare la decisione dell’Antitrust di aprire il mercato ad altri competitor, prima con un ricorso al Tar e poi con quello al Consiglio di Stato. La stessa Autorità per la concorrenza ha disposto, lo scorso ottobre, che fosse proprio Easyjet a prendere sette degli otto slot messi obbligatoriamente a disposizione dalla compagnia.

Le difficoltà dei low cost. Finora, le compagnie low cost come la stessa EasyJet e Ryanair avevano puntato sulla tratta Roma-Milano acquistando slot a Malpensa e a Orio al Serio. Entrambi gli aeroporti, però, sono distanti dalla città di Milano e obbligano gli utenti a raggiungere l’aeroporto dopo quasi un’ora di viaggio in treno o in pullman, rendendo di fatto poco vantaggioso (almeno in termini di tempo) usufruire dell’aereo a prezzi low cost. Così, sia Ryanair che EasyJet non hanno avuto modo di attrarre la clientela business infrasettimanale che ha sempre prediletto Alitalia (che parte dal vicinissimo aeroporto cittadino di Linate) o il treno.

Una sfida a suon di tariffe. Tuttavia, l’arrivo oggi di EasyJet sulla tratta considerata una vera e propria “gallina dalle uova d’oro” lascia qualche perplessità sui margini di profitto, visto che già oggi il 50% della clientela business che si muove tra le due città preferisce il treno che, avendo abbassato i tempi di viaggio sotto le tre ore, ha compresso il mercato di Alitalia e in generale la clientela “volante”. La stessa Alitalia rilancia, offrendo varie soluzioni di viaggio. Ridottissimi i tempi di check in e la possibilità, pagando una tariffa maggiorata, di presentarsi in aeroporto senza prenotazione e prendere il primo volo disponibile.