Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | April 21, 2021

Scroll to top

Top

Le primarie Pd viste da Arfio Marchini, tutta questione di stile

Arfio

Le primarie del Pd viste da Arfio Marchini sono prima di tutto una questione di stile, raffinatezza e modo di essere. Ed ecco che Renzi decade dal palcoscenico, Civati appare coraggioso e Cuperlo riacquista vigore.

E’ il Pd che ha bisogno di essere svecchiato, con dirigenti ed ex dirigenti che ancora vestono completi da Prima Repubblica, con barbette improbabili, ed ex leader ormai dimenticati capaci però di dettare la moda per come dovrebbe essere. E se le primarie sono prima di tutto eleganza, iniziamo con le domande.

Arfio Marchini, tra Renzi, Civati e Cuperlo, chi è il più elegante?

“Devo dire che tra i tre il meno elegante è Matteo Renzi. Sarà perché si percepisce che il suo stile è studiato a tavolino, non ha nessuna nota di originalità. Devo dire che Cuperlo e Civati si difendono bene nel solco della tradizione post-PCI. Ma parlare di eleganza e’ dura”.

Già, però Renzi si fece ritrarre con una giacca “alla Fonzie”: giovane tra i giovani. Civati invece con i suoi gilet…

“Il gilet e’ un atto di coraggio. Il giubbino di pelle di Renzi è un atto di arroganza”.

Ma nel Pd ci sono anche e ancora i Veltroni e i Franceschini, “Dario” adesso gira con una folta barbetta…

“Che dire di Veltroni, il suo aplomb era abbastanza normale, era maanchista anche nel vestire. Quella generazione di politici nati dal sarto unico. Franceschini invece ha scoperto che a 50 anni la barba crea fascino. Ma anche li, mi si toglie il sonno se penso ai completi prima repubblica che ancora indossa.”

E Prodi? Il padre del Partito democratico….

“Prodi non lo rimpiango. Al massimo potrei rimpiangere il completo marrone di Occhetto. Il bolognese era distante dall’eleganza, ma aveva portamento.”

Ma quindi, alla fine, Arfio per chi tifa?

“Arfio non tifa per nessuno. Osserva questa competizione con distacco. Il distacco dei giusti, oserei dire. Da domani avremo comunque un nemico nuovo, perché la bellezza va sempre difesa. Esulto solo per la vittoria della mia squadra di polo e della Roma.”

Comments