Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | October 17, 2019

Scroll to top

Top

Come nel dopoguerra, a Napoli sotto elezioni pane gratis per tutti - Diritto di critica

Pane gratis per tutti. Sotto elezioni, la pagnotta significa voti. A Napoli alcuni candidati del partito Noi Sud e de La Destra hanno deciso di distribuirla gratis, una mossa che non è piaciuta ai negozianti partenopei che denunciano: «Almeno li avessero portati loro di persona, sarebbe sembrato un gesto ironico. Così invece – proseguono – con le buste portate a mano da giovani militanti, è offensivo. Abbiamo tanti problemi ma non siamo più nel dopoguerra». Tra i quartieri più “colpiti” da tanta solidarietà, la zona di Vicaria, dove le forme di pane – secondo alcuni testimoni – sono state distribuite avvolte nei volantini.

Dal partito si difendono e arretrano: Vincenzo Caniglia (Noi Sud) e Luigi Cella (La Destra) spiegano: «Si tratta di un’azione a favore dei panificatori, contro i forni abusivi. Il pane che distribuiamo – proseguono – viene prodotto con i vecchi metodi di panificazione: grano biologico macinato a pietra, cotto in forni a gas di ultima generazione». Già, peccato che allegato alla pagnotta ci fosse un volantino elettorale che lasciava ben pochi dubbi sulle reali finalità di quell’improvvisa solidarietà.

Cella è in corsa per un posto nel parlamentino della municipalità di Poggioreale mentre Caniglia cercherà di entrare nell’assemblea comunale. Dopo il racket dei cartelloni già denunciato da Diritto di Critica, sotto elezioni si distribuisce anche il pane. Non che questo sia stato l’unico né il primo caso in Italia ma conferma come la nostra sia inequivocabilmente “la politica della pagnotta”.