Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | July 31, 2021

Scroll to top

Top

Così ''Mary Poppins'' perde il suo compositore - Diritto di critica

Così ”Mary Poppins” perde il suo compositore

Basta una parola per descrivere un compositore? Se per parlare di Robert B. Sherman si dice “Supercalifragilistichespiralidoso”, allora la risposta è sì. Sherman, autore statunitense, è morto lunedì a Londra, all’età di 86 anni, dopo aver regalato alla storia del cinema alcune tra le sue canzoni più famose: e quella cantata da Julie Andrews nel film Disney “Mary Poppins” del 1964 ne è solo l’esempio più illustre, cantato e ricantato da generazioni di grandi e piccini.

“Supercalifragilistichespiralidoso, anche se ti sembra che abbia un suono spaventoso, se lo dici forte avrai un successo strepitoso, supercalifragilistichespiralidoso!”: parole rimaste nel cuore di migliaia di bambini e che nel 1965 erano valse a Robert Sherman e al fratello Richard – anch’egli compositore – il premio Oscar come migliore colonna sonora. Non solo: “Mary Poppins” ha portato ai due anche l’Oscar come miglior canzone originale per l’altrettanto celebre “Cam Camin Spazzacamin”.

I due fratelli, che hanno sempre lavorato in coppia, erano stati assunti dalla Walt Disney nel 1958, dopo il loro brano “Tall Paul”, per  comporre le colonne sonore dei suoi nuovi film: una strada che li ha segnati, o di cui loro stessi hanno segnato la rotta, incidendo nella storia dei primi film Disney un’impronta musicale che si sarebbe poi mantenuta intatta nel corso degli anni e dei successivi trionfi. La prima loro colonna sonora di successo fu quella del film “I figli del Capitano Grant” (1962) e nel corso della loro carriera congiunta firmarono le musiche per una cinquantina di film e cartoni animati, tra cui “La spada nella roccia” del 1963, “Winnie the Pooh” del 1966, “Il libro della giungla” del 1967 e “Gli Aristogatti” (1970).

Oltre ai due Oscar per “Mary Poppins”, i fratelli Sherman conquistarono quattro nomination all’Oscar per la miglior colonna sonora per i film “Citty Citty Bang Bang” del 1969, “Pomi d’ottone e manici di scopa” (1972), “Tom Sawyer” (1974) e “La scarpetta e la rosa” (1978). Hanno inoltre ottenuto due Grammy Awards e 23 dischi d’oro e di platino per altrettante canzoni tratte dai film per i quali firmarono la colonna sonora.

L’annuncio della morte di Robert B. Sherman è stato dato su Facebook dal figlio Jeffrey e confermato dal suo agente Stella Richards. «Mio padre – ha detto Jeffrey Sherman al New York Times – voleva portare al mondo la felicità e senza dubbio vi è riuscito. La sua regola nello scrivere i brani era mantenerli cantabili, semplici e sinceri: è nelle cose semplici che si trova l’universale».

Comments