Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | January 19, 2019

Scroll to top

Top

Editoriale Archives - Pagina 43 di 43 - Diritto di critica

Centocinquant’anni di un patriottismo a metà

17 marzo 2011 |
http://www.youtube.com/watch?v=opQhhFUUtIs&feature=channel_video_title”>spot

Tutto è pronto. Il popolo italiano oggi festeggia i 150 anni dall’unità. Ma, al di là del 17 marzo, ci si scopre nazione solo quando Cannavaro alza la Coppa del Mondo. Un patriottismo malato che non riesce a rappresentare quel collante fondamentale di una società.Read More

L’editoriale – Riforma della giustizia: il bastone e la carota

14 marzo 2011 |

La prima cosa da dire è che questa riforma della giustizia è quasi esclusivamente organizzativa. I cambiamenti previsti infatti influiranno ben poco sui tempi della giustizia, il vero problema italiano, risolvibile solo con più informatizzazione, incremento di organico, declassazione di certi reati minori,etc.. Il ddl Costituzionale spiegato dal Ministro Alfano (tra parentesi le sue dichiarazioni) […]Read More

L’editoriale – L’8 marzo di Pasquino

8 marzo 2011 |

“Se dice ch’oggi è la festa de le donne, ma c’hanno fatto pe’ merità tanto? Sta a vede perchè portano e gonne c’hanno allupato quarche santo”. Inizia così un caustico “Inno alla Donna in libero lessico romanesco”, stampato e diffuso nella metro romana da un sedicente Pasquino 2011. Un foglio anonimo  dimostra come, ipocrisia a […]Read More

Berlusconi ha già vinto. Per tre buone ragioni

8 marzo 2011 |

Berlusconi ha già vinto. Negarlo è miope. Ha vinto sul fronte politico, mediatico e a breve molto probabilmente vincerà anche sul piano giudiziario. Per avere il metro di quanto tutti ormai siano convinti che il premier non cadrà più, basti notare come quasi nessuno ormai parli più di elezioni anticipate né chieda più le dimissioni […]Read More

L’editoriale – Conservatori e conservatorismi

7 marzo 2011 |

Fini ha ragione. Manca una vera spinta riformatrice sia a destra che a sinistra. “In Italia siamo in presenza di uno scontro fra due grandi assetti conservatori nel senso più deteriore del termine, e cioè che non si vuole cambiare niente”, ha spiegato il presidente della Camera durante il suo intervento di ieri all’assemblea dei circoli di Futuro e Libertà. Ma lui dov’era negli ultimi 16 anni?Read More

L’editoriale – Yara: per una volta l’Italia sia dignitosa

28 febbraio 2011 |

“Hanno trovato il corpo di Yara”. Un sms che rimbalza di cellulare in cellulare, su Facebook, su Internet, in televisione. Il tragico epilogo di una vicenda che da tre mesi teneva l’Italia con il fiato sospeso, appesa alla speranza che in fondo Yara stesse bene, che l’avrebbero trovata viva, che per una volta si potesse […]Read More

L’Editoriale: ma i regimi del Nord-Africa facevano comodo a Italia ed Europa

21 febbraio 2011 |

Evitiamo ipocrisie: la Libia ci serve. Così come ci servivano fino a poco tempo fa anche la Tunisia e l’Egitto, regimi con cui l’Italia negli anni ha stretto accordi bilaterali per contrastare l’immigrazione clandestina. E sebbene il governo abbia più volte dichiarato che i flussi migratori dalle zone subsahariane erano stati quasi del tutto arginati, […]Read More

Editoriale: “Se non ora quando?”: l’occasione persa

14 febbraio 2011 |

di Andrea Tornese – In piazza del Popolo a Roma, si sia persa un’importante occasione. Perché durante la mobilitazione “Se non ora quando?”, nessuna delle donne ha ricordato che per loro natura subiscono una doppia discriminazione. Perché nessuna ha ricordato che alcune donne oltre alla discriminazione di genere subiscono anche quella sulla base dell’orientamento sessualeRead More

Editoriale: 14 dicembre, alla ricerca della fiducia

15 dicembre 2010 |

Roma si è svegliata da poco. Nei palazzi del potere si contano i minuti, mentre nelle vie, nelle piazze, la protesta silenziosa si prepara alla marcia. Sembra un giorno qualunque, se non fosse per quell’elicottero insistente che da ore si aggira nei cieli della città.Read More

Editoriale: dopo il caso Brancher, Berlusconi rischia un altro autogoal

5 luglio 2010 |

«Allora è vero!». Verrebbe da dire. Il mandato lampo di Aldo Brancher a ministro di nonsoche ha confermato due cose: la prima è la profonda crisi in cui versa il Pdl, la seconda è la voglia matta (dalle sfumature sessantottine) che alcuni politici hanno dell’immunità. Tolto lo scudo, insomma, è crollato, decaduto, si è dimesso […]Read More