Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | March 4, 2021

Scroll to top

Top

Assad Archives - Pagina 3 di 4 - Diritto di critica

Tutti gli gli articoli sul dittatore siriano Assad by Diritto di Critica

La guerra nascosta

25 Gennaio 2013 |

IL GRAFFIO – Oltre 60mila civili morti ma della guerra in Siria non si parla più. E’ bastato il conflitto nel dimenticato Mali, con le operazioni militari condotte dalla Francia, per oscurare del tutto le notizie provenienti da Damasco, Aleppo, Homs e le altre città del Paese di Bashar al Assad. Eppure l’emergenza parla di […]Read More

Carri armati siriani sconfinano in Israele. E nel caos proseguono le torture

6 Novembre 2012 |

L’esercito siriano viola gli accordi internazionali ed entra con tre carri armati nella zona smilitarizzata a ridosso delle postazioni israeliane. Secondo fonti israeliane i tre veicoli si sarebbero spinti oltre i confini stabiliti dagli accordi del 1974 mentre inseguivano un gruppo di ribelli in fuga; non si tratterebbe dunque di un tentativo di violare il […]Read More

La Siria e la variabile al Qaeda

30 Luglio 2012 |

Sempre più drammatica la situazione in Siria: il temuto assalto ad Aleppo da parte delle truppe governative è iniziato. Nella giornata di sabato carri armati e mezzi militari dell’esercito siriano, da giorni ammassati nei dintorni della città, hanno attaccato diversi quartieri a colpi di artiglieria e con l’ausilio di elicotteri da combattimento e dell’aviazione. Secondo […]Read More

Siria, le due facce di Assad: stragi e shopping

16 Luglio 2012 |

Oltre 300mila sterline di acquisti  per la moglie di Assad, in visita a Londra. Intanto gli Osservatori Onu confermano 88 vittime del bombardamento dell’esercito regolare sulla città di Tremseh, con “scuole bruciate e schizzi di sangue ovunque”. Oggi si combatte ad Aleppo, presi di mira anche i reporter (forse dallo stesso Regime di Damasco): ma […]Read More

Bomba a Damasco, salta il Piano Annan

10 Maggio 2012 |

E’ evidente a tutti ma nessuno lo dice. Il cessate il fuoco di Kofi Annan, protetto da 6 osservatori Onu, è andato in fumo. Il terzo attentato di fila – oggi a Damasco, almeno 40 morti – si mischia ai cannoneggiamenti e alle fucilazioni arbitrarie nel nord del Paese. Mentre la stampa di regime annuncia […]Read More

Siria, la Turchia sfida la tregua di Mosca

26 Marzo 2012 |

Mosca consegna a Kofi Annan il piano di pace russo per la Siria: stop rifornimenti ai ribelli e poi tregua. La Turchia non ci sta e raggruppa i ribelli ad Ankara, verso un fronte militare e politico comune (a lei favorevole). La minaccia più immediata per Erdogan è il Pkk, che Assad starebbe riarmando. Sempre […]Read More

La Siria è in guerra ma nessuno lo vede

20 Marzo 2012 |

In Siria la guerra civile c’è già. I lealisti bombardano Hama e cercano l’occupazione “boot on the ground” verso est; l’Els imita i vietcong e attacca Damasco con bombe e raid armati. L’Onu di Ban-Ki Moon richiama i Paesi ad “una voce unita” contro la violenza e chiede una tregua di 2 ore al giorno, ma nessuno sembra […]Read More

Siria, un referendum più inutile delle bombe

27 Febbraio 2012 |

“Sul terreno siamo ancora noi i più forti”. Il presidente Assad sembra crederci: intorno a lui migliaia di siriani fanno la coda alle urne. A Damasco il referendum è stato un successo, tra gente che esulta e caroselli di auto. Ma è poco per dire che “il popolo ha deciso”.Read More

Reporter sotto le bombe di Assad, la verità assassinata

23 Febbraio 2012 |

Remi Ochlik. Marie Colvin. Ramy Al-Sayed. Gilles Jacquiers. E altri 5 – uccisi da inizio 2012 – di cui comincia a sfumare il nome. I giornalisti che muoiono sotto le bombe sono l’altra faccia del massacro siriano. Insieme ai civili, subiscono la violenza che nessuno – dall’Onu alla Nato – è capace di fermare. Testimoni […]Read More

Siria, il regime lancia l’attacco al Nord ribelle

16 Febbraio 2012 |
www.youtube.com/watch?v=uHAQyzOpXKs”

Assad lancia l’invasione della “zona libera”: carri armati, mortai e uomini assediano già la città di Qseir, roccaforte dei ribelli, e avanzano verso Hama. Vanno in fumo le promesse di una nuova Costituzione con referendum popolare annesso: i profughi raccontano di città svuotate e colonne militari in movimento. Assad promette e, per non sbagliare, continua […]Read More