Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | October 14, 2019

Scroll to top

Top

sbarchi Archives - Diritto di critica

Così la crisi chiuderà le porte agli stranieri

28 Novembre 2011 |

Ancora tragedie in mare, ancora vittime delle rotte della speranza. All’indomani del naufragio sul litorale di Torre Santa Sabina – nel quale hanno perso la vita 3 migranti di origine asiatica, mentre tentavano di raggiungere le coste pugliese a bordo di una barca a vela con altre decine di persone – a prendere la parola […]Read More

Lampedusa, l’isola che non c’è

7 Settembre 2011 |

REPORTAGE – quando si parla in tv di Lampedusa si parla di migranti. L’attenzione dei media è tutta per loro di cui spesso è data l’immagine di invasori e di violenti criminali. Per questo il turismo sull’isola è fortemente calato. Pregiudizi e paure si sono radicate in chi viene dal “Continente”, spaventato dall’idea di “fare il bagno con i clandestini” o di incontrarli per strada.Read More

Le voci dei tunisini delusi dall’Italia: “Si rischia la vita per nulla”

19 Aprile 2011 |

Un ragazzo tunisino mi ha consegnato una fotografia scattata qualche settimana fa. In questi giorni post-rivoluzionari per intenderci. Nella foto si vedono due ragazzi in un tetto con il cappio al collo e, sotto ai loro piedi, un cartello con la scritta “il lavoro o la morte”. Dopo le manifestazioni e la caduta del regime, il popolo tunisino vuole i fatti. “Questa è la realtà della Tunisia oggi.Read More

Sull’immigrazione “giornali e partiti mistificano la realtà”. Incontro con Tejeddine Gmati

18 Aprile 2011 |

“L’accordo voluto da Maroni sta funzionando grazie al rafforzamento dei controlli costieri e alla campagna del governo tunisino contro le partenze. Ma il nostro paese è preoccupato per le condizioni di chi è rimasto in Italia: perché nessuno può entrare nei centri in cui vivono i nostri concittadini? Inoltre, gli aiuti tecnici restano insufficienti e […]Read More

Dopo la rivoluzione: “In Tunisia il nuovo premier sta dalla parte dei giovani”

11 Marzo 2011 |

“Il nuovo primo ministro Beji Caid Sebsi è la persona su cui la Tunisia può avere fiducia per risorgere. Ha dimostrato di voler tagliare tutti i rapporti con il vecchio regime, tendendo conto delle richieste dei manifestanti”. Mohamed, 30 anni, tunisino di Cartagine, racconta a Diritto di Critica la fase della post-rivoluzione, dalle dimissioni di […]Read More

Lampedusa: l’emergenza nelle parole degli operatori umanitari

17 Febbraio 2011 |

“Ma quale allarme terrorismo? Sono ragazzi che arrivano qui con un unico desiderio: lavorare”. E per la prima volta “sono assolutamente liberi di circolare: la sera dormono presso il centro, di giorno vanno a comprarsi le sigarette, a prendersi il caffè e all’internet point”. Paola La Rosa, dell’associazione Askavusa, racconta a Diritto di critica l’ultima […]Read More

A Lampedusa proseguono gli sbarchi. E non c’è patto “di amicizia” che tenga

9 Febbraio 2011 |

Il caso Ruby a volte fa comodo, soprattutto al Viminale. Per parlare delle donnine del nostro premier, infatti, la stampa nazionale sta dimenticando un’emergenza che non è stata mai davvero risolta: l’immigrazione clandestina. Nonostante faccia notizia solo quella via mare, la maggior parte dei migranti raggiungono il nostro Paese via terra o dagli aeroporti, varcano […]Read More

A Lampedusa riprendono gli sbarchi, arrivati in 244. Ma il Cie resta vuoto

3 Febbraio 2011 |

Sono 244 i migranti approdati sulle coste delle isole Pelagie dall’inizio dell’anno, provenienti soprattutto da Tunisia ed Egitto. Di questi 167 solo a Lampedusa. Complici le rivolte che stanno sconvolgendo il Nord Africa, gli sbarchi verso l’Italia sono ripresi nel quasi totale silenzio dei media nazionali. Il Centro di identificazione ed Espulsione di Lampedusa, però, è ormai ridotto ad un avamposto dimenticatoRead More

Rifugiati, diminuiscono gli arrivi ma l’accoglienza resta insufficiente

18 Dicembre 2010 |

Si dimezzano le domande d’asilo ma non si ferma la richiesta di accoglienza. Sono oltre settemila le persone beneficiarie dello Sprar (Sistema di protezione dei richiedenti asilo e rifugiati) nel 2009 (più del doppio dei posti disponibili), oltre 4mila nei primi quattro mesi del 2010. Nonostante il crollo degli sbarchi (-74% rispetto al 2008) e […]Read More