Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Diritto di critica | January 28, 2022

Scroll to top

Top

La pantomima del Partito democratico per "salvare" Tedesco - Diritto di critica

Se al Senato è andata come alla Camera, allora Tedesco è stato “salvato” dalla stessa opposizione. Anzi, dal Pd.  I partiti che avevano detto di votare per il SI’ all’arresto, infatti, erano stati il Partito democratico (101 su 106 presenti), la Lega Nord (23 su 26), l’Italia dei Valori (12), il Terzo polo (12), Unione di Centro, SVP e Autonomie – UnioneValdôtaine, MAIE, VersoNord, Movimento Repubblicani Europei, Partito Liberale Italiano (14). Fanno 162. Tedesco, dunque, avrebbe dovuto essere arrestato, come lui stesso aveva chiesto. I voti per il SI, invece, sono stati appena 127 e 151 per il NO (11 gli astenuti).

Se la Lega ha votato come alla Camera, allora Tedesco – ex assessore nella Giunta di Nichi Vendola in Puglia e coinvolto nello scandalo della sanità regionale – è stato salvato da una frangia dello stesso Partito democratico, in gran segreto. Un calcolo che un Pd in evidente difficoltà ha cercato di scaricare sulla Lega: “La Lega ha annunciato che avrebbe votato per concedere l’autorizzazione all’arresto e invece ha votato con il PdL. I numeri parlano chiaro, quelli delle opposizioni ci sono tutti. Quelli che mancano sono i voti della Lega”. Peccato la questione non sia così netta. Più “diplomatico” il capogruppo del PdL al Senato, Maurizio Gasparri, che ammette: al risultato finale hanno concorso ”sicuramente anche voti della Lega e di alcuni del Pd. I numeri del Senato sono chiari”. Il constituzionalista democratico Stefano Ceccanti, invece, minimizza: “al massimo i nostri che hanno votato contro l’arresto saranno stati cinque. La Lega al Senato è blindata e molto berlusconiana, non come alla Camera”. Qualcuno che ha votato contro l’arresto di Tedesco, dunque, all’interno del Piddì c’è stato.

In pratica, al di là delle intenzioni manifeste, il Partito democratico avrebbe assicurato un pacchetto di voti contrari all’arresto, per poi scaricare le responsabilità su una Lega a quel punto contraddittoria rispetto a quanto visto alla Camera. E se davvero il Piddì fosse stato favorevole all’arresto, il pressing per le dimissioni sul suo ex senatore sarebbero state molto più ficcanti: “Tedesco – ha detto Bersani nella serata di ieri – rifletterà nelle prossime ore ma vorrei sottolineare che il suo intervento al Senato per il si’ all’arresto è stato buono”. Tedesco invece non ci sta a tornare un “normale cittadino” e dopo aver votato non si dimette. Non si fa arrestare: “con le dimissioni – ha spiegato il diretto interessato – avrei dato ragione alle tesi dei pubblici ministeri che dicono che la mia posizione è potenzialmente criminogena”.

Un invito alla coerenza – in linea con la “volontà” in merito alla richiesta da parte di Tedesco di votare a favore dell’arresto – viene anche dal leader dell’IdV, Antonio Di Pietro: “Il senatore Alberto Tedesco sia coerente con se stesso e non accetti il salvagente-trappola propostogli dal PdlL. Si dimetta e si faccia giudicare dalla magistratura”. Una decisione che – per coerenza con quanto chiesto ai colleghi senatori prima del voto – Tedesco avrebbe dovuto prendere subito dopo la bocciatura del Senato. L’arresto sarebbe scattato un istante più tardi. A meno che non fosse tutto già scritto.



 

Comments

  1. domenico

    è assolutamente falsa questa ricostruzione.

    • Ci spieghi ci spieghi, perché è falsa? Ragioni, motivazioni, numeri e fatti.

  2. Sinigagl

    Chiederei cortesemente di smetterla a coloro i quali stanno diffondendo notizie false sulle votazioni riguardanti l’eventuale arresto del Senatore Tedesco. Qualche sprovveduto ha messo in giro la voce che 24 senatori del Pd avrebbero votato contro l’arresto. Premetto subito che se mettono le manette a qualcuno c’è sempre poco da gioire. Detto questo, non fidatevi di chi parla in malafede. Il voto era segreto. I votanti sono stati 289 (14 i senatori in missione e 17 assenti). L’opposizione al Senato può fare affidamento su 142 senatori: 12 tra Udc, Svp e Autonomie, 12 dell’Idv, 12 del Terzo Polo e 106 del Partito Democratico. Hanno votato per l’arresto in 127. Dunque 15 in meno della somma “prevista” se tutti i membri dell’opposizione fossero stati presenti (ne mancavano 5).
    Ora, se siete bravi, spiegatemi come fate a sapere che questi 15 appartengono tutti al Pd, forza.
    http://pietroraffa.altervista.org/blog/2011/07/21/tedesco-come-ha-votato-il-pd/

    • è evidente che lei nemmeno ha letto l’articolo. Noi non diamo per certo alcunché, partiamo da un “se” e nel pezzo è chiaramente scritto che Lega e Pd hanno salvato tedesco, per stessa ammissione di un costituzionalista del Pd che ha affermato come diversi senatori abbiano votato contro l’arresto. Lui dice solo cinque, certo non poteva dire 20. Ciò detto, davanti alle mancate dimissione, tutta la manfrina sul sì all’arresto si rivela una pantomima.

  3. paolo

    è un articolo tendenzioso che parte dalla certezza che la lega abbia votato come alla camera.. certezza che non esiste come la qualità del vostro articolo.. 0..
    Se poi è gasparri che parla del pd allora siamo proprio apposto.. Gasparri noto dirigente democratico sicuramente ha la verità in bocca!!
    Provate a scrivere l’articolo partendo da un’altro assunto: chi ha vantaggio dal non arresto di Tedesco è il centrodestra che ha come obiettivo lo screditare tutta la classe politica affinchè l’astensionismo non penalizzi solo il cdx come alle amministrative.
    Chi ha voluto il voto segreto?

  4. Jova
  5. pippuzzo

    La ricostruzione qui sopra è una BUFALA e dimostra che proprio non si sà neanche fare i conti semplici. Riporto un brevissimo e semplicissimo articolo e in più per fugare STUPIDE ILLAZIONI SUL PD un’ulteriore precisazione:
    I numeri del Senato sono chiari». Certo è che i maggiori sospetti, secondo i dati analizzati dal Pd, si addensano sul Carroccio.
    – Il fronte per il sì era ben presente in Aula: per il Pd c’erano 101 senatori su 106, 12 IdV su 12 e 12 del Te…rzo polo su 12. Restano esclusi quelli dell’Udc, «ma basta aggiungerne un paio» che arriviamo a quota 125, molto vicina ai 127 dell’esito finale, dicono le fonti del Pd.
    – Per la maggioranza erano presenti 118 senatori Pdl su 131, 10 senatori Cn su 10 per complessivi 128 voti. I calcoli del Pd aggiungono, ad occhio, dei senatori del Misto (5) e sottraggono l’astenuto Viespoli (Cn). Siamo a quota 132.
    – Rispetto a 151 mancano una ventina di voti, e la Lega Nord, esclusa finora dal conteggio, ne conta 26 di cui oggi presenti in Aula erano 23. Da qui i maggior sospetti proprio sulla Lega Nord
    da: Il tempo.itMostra altro

    ‎151 NO, 127 SI e 11 astenuti
    Ardito ballano 24 voti oltre a D’Ubaldo( 13 per ribaltare il voto e 11 astenuti. Giusto il numero detto ieri da Gramazio (ahi ahi). Quindi D’Ubaldo ha votato in maniera ininfluete. La lega, che NON ha chiesto il voto palese, ha 26 voti ed ha allungato i tempi per attendere il voto della camera. Evidente.

  6. paolo

    “Se al Senato è andata come alla Camera, allora Tedesco è stato “salvato” dalla stessa opposizione. Anzi, dal Pd.”

    Neanche il mago otelma potrebbe arrivare a tanta scientifica certezza!
    Ma dai!! non è serio scrivere cose di questo tipo…
    è logico che il dubbio ci sia, è una eventualità che può e deve essere presa in considerazione, ma è una delle possibilità, mentre voi praticamente ci aprite l’articolo…

  7. Virginia Invernizzi

    @Emilio in piena amicizia può non starti simpatico il PD ma questa ricostruzione non regge. E’una mera questione di numeri:
    (http://www.senato.it/leg/16/BGT/Schede/Gruppi/Grp.html ci sono stati :http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Resaula&leg=16&id=609060) esito delle votazioni127 si piu’ le 11 astensioni che al senato valgono come si fanno 138 favorevoli (mancano 13 voti per garantire le dimissioni se sono quelli del pd come sostiene qualcuno attraverso il sen. ubaldo dove sono finiti i voti della lega? ne bastavano 13 per raggiungere 151 ossia un voto in piu’ ai 150 contrari all’arresto e la Lega ha 26 parlamentari . Persino “Il Fatto quotidiano ” insospettabile di simpatie piddine dice che ad aver giocato la partita è la Lega
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/07/20/da-papa-a-tedesco-la-lega-conduce-il-gioco/146775/
    sulle dimissioni Tedesco ha lasciato il Pd e sta nel gruppo misto quindi poco può il partito per farl dimettere a parte dirgli dimettiti e votare compatto per le sue dimissioni.

    • Emilio Fabio Torsello

      Ribadisco, se davvero non era tutto scritto e se davvero Tedesco voleva l’arresto come aveva chiesto, si sarebbe dovuto dimettere un attimo dopo la bocciatura. Diversamente è più che lecito pensare che sapesse benissimo di spuntarla.

  8. Francesco Lodi

    Eccovi i numeri… veri!!
    Di seguito trovate la composizione numerica dei gruppi al Senato con, fra parentesi, i senatori effettivamente presenti alla votazione.
    I dati sono presi da openpolis (http://parlamento.openpolis.it/votazione/37015 e http://parlamento.openpolis.it/gruppi_senato).

    PD 106 (101)
    IDV 12 (12)
    Gruppo Misto 6 (6)
    UDC 12 (7)
    Per il 3 Polo 12 (12)
    Lega Nord 26 (23)
    PDL 131 (118)
    CoesioneNazionale 10 (10)

    La votazione è terminata con 151 contrari, 127 favorevoli e 11 astenuti.
    Ora sommiamo i voti della maggioranza, cioè PDL, Lega e CoesioneNazionale:
    23+118+10 = 151!
    Toh… proprio il numero di voti di chi ha votato contro l’arresto!

    E adesso sommiamo i voti dell’opposizione togliendo gli 11 astenuti:
    101+12+6+7+12-11 = 127!!!
    Et voilà… il conto torna!!

    Con tanti saluti all’ipocrisia della Lega Nord che dichiara che vota a favore ma poi chiede il voto segreto e fa il contrario di quello che promette agli elettori.
    E con altrettanti saluti al PDL, sempre pronto a difendere la peggiore cricca della politica italiana…

    • Emilio Fabio Torsello

      Caro Francesco, non ha letto l’articolo evidentemente – nemmeno l’inizio – dove abbiamo riportato tutte le presenze di ieri in aula. Grazie comunque

  9. Giovanni Taurasi

    Mah? Visto che la destra ha voluto il voto segreto solo Dio sa come è andata veramente (e Stalin no). Però bisognerebbe chiedersi perchè hanno voluto il voto segreto. Io la vedo semplicemente così Pd+Idv+Terzo polo hanno votato per l’arresto (e i conti infatti tornano) e la Lega, grazie al voto segreto, ha votato contro l’arresto, proprio per scatenare questa polemica. Infatti ai voti per l’arresto mancano 22 voti (e la Lega ne aveva 23) che sono andati 11 all’astenzione e 11 per il No all’arresto. Non facciamoci fregare dalla Lega…

  10. paolo

    all’inizio del tuo articolo hai scritto:” Se al Senato è andata come alla Camera, allora Tedesco è stato “salvato” dalla stessa opposizione. Anzi, dal Pd. ”

    In pratica inizi condannando a priori il PD, senza provare a fare 2 conti, senza provare a prendere in considerazioni altre eventualità!!

    che poca serietà!

  11. Roby

    Ma non sarebbe ora di smettere di fare di tutta l’erba un fascio?Se il PDL ha voluto per forza il voto segreto un motivo ci sarà vero?Chi scrive l’articolo dovrebbe pensare il perché se fosse intelligente e in buonafede,ma si vede che la malafede abbonda in questo Paese sia in politica che in giornalismo che schifoooooo!!!!!!!

  12. BBC

    Di ricostruzioni come questa è capace perfino NICE PETER. Chi è NICE PETER? Nessuno lo sà. Alcuni sospettano trattarsi di Minzolini quando non propina i falsi editoriali agli schermi che nessuno guarda. Il fatto è che NICE PETER ha colpito anche lui con la ricostruzione di mettere insieme i migliori uomini ghe lavorano per il nostro bene comune, con l’inventore delle legge porcata, dichiarandoli dei papponi. NICE PETER colpirà ancora e vedremo le sue nuove avventure, ma nel contempo, come BBC vi informo che a Napoli è stato intercettato Giuliano Ferrara mentre portava all’On, Papa le mutande a righe, nel carcere di Poggioreale. Tututun, tututun…….